Il primo imballaggio biodegradabile che si trasforma in cibo una volta in acqua arriva dalla Florida

Un’azienda produttrice di birra artigianale ha deciso di aiutare il pianeta e salvare la vita di molti animali creando un’imballaggio biodegradabile che si trasforma in cibo una volta in acqua. I rifiuti alimenteranno quindi anziché uccidere la vita marina.
L’80% dei nostri rifiuti di plastica finisce negli oceani, i movimenti delle correnti oceaniche accumulano miliardi di chili di plastica formando veri e propri continenti di enormi dimensioni; addirittura il 40% della superficie totale dell’oceano terrestre è già ora coperto da plastica.
Secondo Greenpeace, circa il 70% degli uccelli marini e l’80% delle tartarughe marine ingeriscono quotidianamente plastica, causando la morte di 1.000.000 uccelli e 100.000 mammiferi marini e tartarughe marine ogni anno.
Uno dei collaboratori di questa epidemia di plastica sono gli anelli apparentemente innocui delle confezioni di 6 lattine di soda e birra. Secondo le stime recenti, il 99% degli uccelli marini avranno plastica nelle loro viscere entro l’anno 2050. Proprio a fronte di questi dati, una fabbrica di birra con sede in Florida ha pensato ad una soluzione: “Invece di uccidere gli animali, il nostro imballaggio fornirà loro cibo.” Chris Gove, co-fondatore di Saltwater Brewery, la fabbrica di birra con sede in Florida, sta confezionando i suoi prodotti con anelli biodegradabili, e commestibili. “E ‘un grande investimento per una piccola fabbrica di birra sostenuta da pescatori, surfisti e persone che amano il mare.”
Gli anelli sono a base di scarti di grano e orzo, sottoprodotti naturali del processo di produzione della birra, e sono completamente sicuri e commestibili. Inoltre, l’invenzione è biodegradabile e compostabile al 100%. L’imballaggio inizia a disintegrarsi in acqua nel giro di due ore, impedendo così a pesci o altri animali marini di rimanere bloccati negli anelli. Questi anelli impiegano due o tre mesi per scomparire completamente nel mare, e se abbandonati sulla spiaggia si decomporranno in un tempo simile che varia leggermente a seconda del terreno, la composizione, umidità e temperatura.
Considerando che solamente gli americani hanno bevuto 6,3 miliardi di litri di birra nel 2015, e il 50% di tale volume è stato da lattine, questa invenzione avrà enormi implicazioni per l’ambiente se sarà imitata anche da altre aziende produttrici di birra.
E’ importane sottolineare che questo imballaggio ecologico è anche resistente ed efficiente come gli imballaggi in plastica.
“La nostra sfida principale era capire quale materiale sarebbe stato sostenibile e abbastanza robusto da tenere una confezione da sei di birra”, dice Marco Vega, co-fondatore dell’agenzia che ha realizzato il progetto per il birrificio. “Inizialmente abbiamo voluto fare gli anelli con le alghe, ma non erano troppo fragili per lo scopo.”
“Stimiamo il lotto prodotto in serie iniziale avrà un costo di circa 25 centesimi per unità, circa 10 centesimi in più che i normali anelli di plastica”, dice Vega. “Se i consumatori saranno soddisfatti implementeremo una nuova tecnologia per produrre una distribuzione di massa ad un prezzo inferiore. Se la maggior parte produttori di birra artigianale e grandi aziende di birra implementare questa tecnologia, il costo di produzione cadrà e sarà molto competitiva.”
Più di 50 birrifici artigianali hanno già contattato la Saltwater Brewery mostrando la volontà di utilizzare lo stesso imballaggio commestibile e biodegradabile per i loro pacchi di birra. L’azienda, insieme ad una piccola startup di giovani ingegneri in Messico, costruirà un impianto di produzione centralizzata entro il 2017 intorno a un gruppo di produttori di birra.
Ma non finisce qui. Non solo i birrifici artigianali, ma anche la stessa Carlsberg ha mostrato il suo interesse al progetto.